Orizzonti Simbruini logo quadrato bianco
I PIÚ LETTI
TAG
News Archivi
Orizzonti Simbruini è un progetto indipendente di documentazione del paesaggio e della natura dei Monti Simbruini, nell'Appennino centrale
104
archive,category,category-news,category-104,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.5,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
Rosalia alpina - Monti Simbruini - ph Francesco Ferreri
Torna la regina della faggeta: la Rosalia alpina

Anche quest’anno la troupe di Orizzonti Simbruini è riuscita a documentare la comparsa dei primi individui adulti di Rosalia alpina all’interno della faggeta. La prima sessione di ricerca, svolta all’interno di faggete interessate dalla presenza di tronchi senescenti o secchi, ha portato al rinvenimento di una coppia (maschio e femmina) in fase di accoppiamento presso una vecchia ceppaia di faggio marcescente e di un terzo esemplare maschio in sosta su un tronco parzialmente devitalizzato.

Un buon inizio di stagione che fa ben sperare, si tratta infatti di un ottimo segnale di salute che conferma la bontà e l’integrità dell’habitat delle faggete dei Monti Simbruini. Le sessioni di ricerca proseguiranno nelle prossime settimane, i rinvenimenti sono stati prontamente segnalati sul portale del progetto europeo LIFE MIPP, che annovera la Rosalia alpina fra le specie target della ricerca.

La sessione di ricerca della Rosalia alpina è stata occasione per contattare anche altre specie caratteristiche dell’habitat della faggeta matura, come il Picchio dorsobianco (Dendrocopos leucotos) e il Picchio verde (Picus viridis).

IMMAGINI
Orchidee dei Simbruini: Orchis purpurea - ph F.Ferreri
Riparte la stagione delle orchidee sui Monti Simbruini

Favorite dai caldi precoci di Aprile, le orchidee selvatiche stanno iniziando a punteggiare i campi e le radure sui Monti Simbruini, per quello che ogni anno è uno degli appuntamenti più attesi dagli appassionati. Tra le prime specie a fare capolino tra il verde rinnovato dei prati d’altura più esposti al sole, le classiche Orchis pauciflora e Anacamptis morio, ma anche, alle quote più basse, O. purpurea e Neotinea tridentata.

Agli appassionati che desiderino godere da subito lo spettacolo della fioritura consigliamo di visitare i numerosi itinerari che percorrono il fondovalle dell’Aniene e i contrafforti calcarei che vi si affacciano, mentre per i versanti più interni bisognerà attendere ancora un po’: le piante sono in vegetazione ma le fioriture ancora tardano per la siccità e il clima mediamente più freddo delle aree interne.

IMMAGINI
VIDEO
Monitoraggio della popolazione di grifone nell’Appennino centrale

La popolazione di grifone (Gyps fulvus) nell’Appennino centrale ha origine, come abbiamo già avuto modo di dire, dalle attività di reintroduzione operate dal Corpo Forestale dello Stato negli anni ’90, nell’area della Riserva Naturale Orientata di Monte Velino.

Responsabile per il monitoraggio della popolazione di grifone è l’ex Ufficio Territoriale per la Biodiversità (ora UTCB) di Castel di Sangro, che ha recentemente diffuso una nota, rilanciata da diverse associazioni del settore, in cui si richiede a studiosi ed appassionati la collaborazione nella raccolta di segnalazioni in merito agli individui marcati nel corso del 2016 per mezzo della decolorazione delle penne remiganti e timoniere.

Il monitoraggio di singoli individui è fondamentale per determinare la dinamica e il tasso di sopravvivenza della popolazione di grifone in Appennino, gli schemi di decolorazione permettono di riconoscere facilmente i singoli individui catturati e marcati durante lo scorso anno.

Invitiamo tutti gli appassionati frequentatori dei Monti Simbruini a prendere visione degli allegati con gli schemi di decolorazione e a segnalare ogni eventuale avvistamento a:

Ufficio Territoriale Carabinieri per la Biodiversità di Castel di Sangro

Aquila reale, Monti Simbruini - fermo immagine - ph F.Ferreri
Avvistamento di Aquila reale sui Monti Simbruini

La presenza dell’aquila reale (Aquila chrysaetos) sui Monti Simbruini è storica e costante nel tempo: almeno due coppie accertate vivono nel territorio laziale dei Simbruini-Ernici, con una terza probabile sul versante abruzzese. Ciò nondimeno, non capita di frequente di poterne osservare il volo maestoso nel cielo, come è successo alla nostra troupe impegnata pochi giorni fa in una sessione di riprese documentaristiche.

Una coppia di aquile è stata ripresa in volteggio sopra un’area boscosa, dei due esemplari uno è risultato essere un giovane subadulto di età stimabile in circa due anni. Le coppie e i siti di nidificazione vengono tenuti sotto osservazione ogni anno nell’ambito delle attività della rete regionale di monitoraggio dei rapaci rupicoli, i risultati del 2016 non hanno riscontrato nuovi involi dai siti conosciuti sul territorio dei Simbruini. Nel caso dell’individuo ripreso dalle nostre telecamere potrebbe trattarsi di un giovane in espansione da territori vicini, l’aquila reale è infatti presente sia nell’area dei Monti Lucretili che in quella dei Monti della Duchessa e del massiccio del Velino, in Abruzzo.

Ci auguriamo che l’avvistamento sia di buon auspicio per un incremento della presenze di questa specie nell’area dei Monti Simbruini ed Ernici e in tutto l’Appennino centrale.

VIDEO
FERMO IMMAGINE
Suoni dei Simbruini - mattino lungo il fiume Aniene
I suoni dei Simbruini su Repubblica

“I suoni della vostra vita”  è una iniziativa editoriale promossa da Repubblica che si propone di raccontare la vita degli italiani attraverso la creazione di un grande archivio sonoro collettivo. Abbiamo sempre ritenuto che la componente sonora sia una caratteristica fondamentale nella descrizione e documentazione di un luogo o di un paesaggio, per questo abbiamo deciso di contribuire a questa iniziativa inviando una breve registrazione dei suoni del mattino lungo il fiume Aniene.

Ci auguriamo così di far conoscere meglio il nostro territorio e far sì che anche il suo paesaggio sonoro entri a far parte del patrimonio collettivo, materiale e immateriale, del paese. La raccolta di tutte le nostre registrazioni di campo è disponibile nella pagina degli audio.

Un sito tutto nuovo

Per chi vive la montagna, settembre è il vero inizio dell’anno: si usa dire che in montagna, dopo ferragosto, l’estate finisca e il primo giorno di settembre è anche l’inizio dell’autunno meteorologico. Accade così che l’estate diventa soprattutto un momento di riflessione, di revisione di quanto è stato fatto nell’anno passato e di pianificazione di progetti per il “nuovo anno”. Read More

Un anno insieme
Cari amici,

quasi senza che ce ne accorgessimo, un anno è ormai passato da quando Orizzonti Simbruini ha fatto il suo debutto in rete e  per questo – come si usa in queste circostanze – ci piacerebbe fare un piccolo bilancio dell’esperienza fin qui vissuta, senza perdere di vista le tante idee e i progetti che abbiamo per il futuro. Read More

Utilizzando il sito, accetti la nostra politica di utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito si avvale dell'utilizzo di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento e alla completa fruizione dei contenuti, nonché di cookie di terze parti secondo le finalità illustrate nella cookie policy. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'utilizzo di tutti o ad alcuni dei cookie, consultare la cookie policy. Cliccando su "Accetta" e/o proseguendo nella navigazione, si acconsente all’utilizzo dei cookie.

Chiudi