Orizzonti Simbruini logo quadrato bianco
I PIÚ LETTI
TAG
Glow - Orizzonti Simbruini
Orizzonti Simbruini è un progetto indipendente di documentazione del paesaggio e della natura dei Monti Simbruini, nell'Appennino centrale
22322
post-template-default,single,single-post,postid-22322,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.5,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
Tramonto dal Monte Cotento - Monti Simbruini - © D. Frigida

Glow

Un pomeriggio d’inverno, uno dei tanti; anzi a dire il vero fotograficamente neanche troppo promettente, con dense foschie e gruppi di nuvole pronte ad oscurare del tutto il cielo da un momento all’altro. Nonostante queste premesse continuo a procedere verso Campo Staffi, all’arrivo lascio l’auto nel solito piazzale e mi dirigo verso la cresta del Monte Cotento; lassù deciderò poi la meta finale per qualche scatto. Risalgo i pendii delle piste da sci, completamente deserte a causa dello scarsissimo innevamento e della brutta giornata, e dopo aver traversato la Valle Adriana sbocco sulla brulla dorsale Nord-Ovest del Cotento. La luce continua a non essere delle migliori ma almeno qui fortunatamente il cielo pare sgombro; le nubi stazionano a quote ben più basse opprimendo di grigiore solo le vallate.

Mentre sono in attesa del tramonto ecco il primo inatteso colpo di scena: i venti che soffiano dal Tirreno verso la dorsale appenninica iniziano a spingere con vigore i vapori ed i grossi banchi di nubi da Ovest. Come uno spettatore privilegiato, osservo dall’alto l’enorme mare di nuvole inghiottire velocemente mano a mano tutto ciò che incontra lungo il suo silente ma inarrestabile cammino; quando la fitta coltre è prossima a raggiungermi di colpo nella mia mente tutti i programmi fotografici svaniscono, certo di passare l’oramai imminente tramonto nel pallore avvolgente delle nebbie e delle nubi. Incredibilmente però la marea bianca come un’onda sulla spiaggia si arena subito sotto la cresta, ad una quota di circa 1800 metri, lasciando scoperte solo le più alte cime, le quali paiono per una volta isole nel mare, piuttosto che alti monti dell’entroterra. Nel frattempo la luce si è fatta interessante, così inizio ad immortalare questo singolare spettacolo nei pochi attimi a disposizione prima che il sole scompaia dietro l’orizzonte.

Riposta l’attrezzatura fotografica nello zaino mi avvio a riscendere a valle soddisfatto e ancora incredulo per il piacevole risvolto che ha assunto proprio sul finire quella che pareva a tutti gli effetti un’anonima sera d’inverno. Ma come nella trama di un avvincente film d’azione, i colpi di scena non sono ancora finiti, anzi ad attendermi c’è il gran finale…

Appena aggiro la sommità della cresta, dove il panorama si riapre verso Est, ecco di colpo davanti ai miei occhi una scena alla quale d’impatto stento a credere, piuttosto per la sua perfetta bellezza pare più come figlia della mia fantasia che un’immagine reale; tutti i più sfarzosi elementi naturali sono posizionati esattamente dove dovrebbero essere in una composizione ideale. L’austero panorama d’alta quota, avvolto in una surreale colorazione data dalle fredde tinte dell’ora blu e dal glow invernale, da qui si apre sulle carsiche conformazioni dei Monti Simbruini che si spingono al confine con l’Abruzzo, dietro si stagliano ben visibili tutti i grandi massicci dell’Appennino, mentre alla luna quasi piena che occhieggia già alta nel cielo fanno eco deliziose conformazioni nuvolose lenticolari.

Mi affretto a ritirare fuori dalle loro custodie macchina e grandangolo, posiziono il treppiedi e senza pensare troppo alla composizione immortalo questa scena dall’inenarrabile spettacolarità prima che svanisca, poi mi siedo su una roccia e rimango ad osservare fino al completo buio, riempiendo (dopo il sensore digitale) gli occhi e l’anima di questa solenne bellezza.

ALTRE IMMAGINI

CORPO MACCHINA: Nikon D610 | OBIETTIVI: Samyang 14mm f/2.8, Tamron SP 70/200 f/2.8 VC | TREPPIEDI: Cullmann Magnesit 528 - TESTA: Manfrotto 496RC2 | ZAINO: F-Stop Tilopa

Glow ultima modifica: 2015-01-03T17:30:53+00:00 da Daniele Frigida


Utilizzando il sito, accetti la nostra politica di utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito si avvale dell'utilizzo di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento e alla completa fruizione dei contenuti, nonché di cookie di terze parti secondo le finalità illustrate nella cookie policy. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'utilizzo di tutti o ad alcuni dei cookie, consultare la cookie policy. Cliccando su "Accetta" e/o proseguendo nella navigazione, si acconsente all’utilizzo dei cookie.

Chiudi