Orizzonti Simbruini logo quadrato bianco
I PIÚ LETTI
TAG
Il mistero della faggeta - Orizzonti Simbruini
Orizzonti Simbruini è un progetto indipendente di documentazione del paesaggio e della natura dei Monti Simbruini, nell'Appennino centrale
23217
post-template-default,single,single-post,postid-23217,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-3.5,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive
Nebbia nella faggeta - Monti Simbruini - © Daniele Frigida

Il mistero della faggeta

Sono passati alcuni anni da quando ho scattato questa fotografia – addirittura all’epoca il progetto Orizzonti Simbruini era ancora un’idea allo stato embrionale – eppure ogni qual volta mi capita di riguardarla, di colpo mi ritrovo immerso con la mente nell’atmosfera magica e misteriosa di quel freddo pomeriggio di fine autunno.

Era una giornata cupa, a tratti piovosa; il vento aveva strappato quasi completamente le foglie intirizzite dai rami dei faggi, i quali spogli e scheletrici davano la palese sensazione di apprestarsi ad attendere silenziosamente nient’altro che l’arrivo dell’inverno e della neve.

Approfittando di una tregua concessa dalla pioggia ci addentrammo nella fitta faggeta che da Campo dell’Osso arriva a lambire le pendici del Monte Calvo; proprio dove questa si appresta a lasciare spazio ai rimboschimenti di conifere, banchi di dense nebbie e vapori avvolsero completamente il paesaggio boschivo. La già disorientante sequenza infinita dei tronchi di faggio divenne in un attimo un labirinto astratto, fuori da ogni contesto spazio-temporale, del quale se ne riusciva a percepire a malapena una porzione di qualche metro.

L’immagine vuole trasmettere l’affascinante senso di ignoto e di mistero che da sempre, più o meno inconsciamente, ci accompagna nell’esplorazione delle grandi faggete, soprattutto se in condizioni inusuali, come in questo caso. Guardando l’immagine in effetti, quasi senza rendersene conto, lo sguardo corre oltre quello che è il soggetto principale posto in primo piano, come attratto magneticamente da quel misterioso “nulla” che sfuma tra il bianco della nebbia ed il fitto dei tronchi, quasi come a cercare i più intimi segreti del bosco.

FOTOCAMERA: Canon 500D | OBIETTIVO: Canon EF-S 18-55 f/3,5-5.6 | TREPPIEDI: Manfrotto Compact Action

Il mistero della faggeta ultima modifica: 2016-10-28T13:25:56+00:00 da Daniele Frigida


Utilizzando il sito, accetti la nostra politica di utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito si avvale dell'utilizzo di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento e alla completa fruizione dei contenuti, nonché di cookie di terze parti secondo le finalità illustrate nella cookie policy. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'utilizzo di tutti o ad alcuni dei cookie, consultare la cookie policy. Cliccando su "Accetta" e/o proseguendo nella navigazione, si acconsente all’utilizzo dei cookie.

Chiudi